Aller au menu Aller au contenu
MASTER NANOTECH
MASTER NANOTECH
MASTER NANOTECH
< >

> Formazione > Svolgimento

Svolgimento

Mis à jour le 28 de julio de 2009
A+Augmenter la taille du texteA-Réduire la taille du texteImprimer le documentTélécharger au format PDFEnvoyer cette page par mail Partagez cet article Facebook Twitter Linked In Google+ Viadeo

La filiera pedagogica proposta, su 4 semestri, è completa e autonoma situata in un unico sito per ogni trimestre :

  • 1° semestre a Torino al Politecnico di Torino ;
  • 2° semestre a Grenoble, all'INP Grenoble ;
  • 3° semestre a Losanna all'EPFL.

Sui tre semestri la formazione proporrà il giusto equilibrio tra microelettronica e microtecnologie ed una percentuale interessante nell'introduzione e approfondimento delle nanotecnologie. 5 ECTS per semestre saranno dedicati al management, alle scienze economiche, umane e sociali (vedere contenuto).

Dopo il cursus comune gli studenti concluderanno la formazione con un ultimo semestre dedicato al progetto di fine studi.

Piattaforme sperimentali

Per l'attuazione di lavori pratici e progetti vari, questa formazione si avvale delle competenze e know-how dei tre stabilimenti nell'ambito della microelettronica e delle micro e nanotecnologie.

Per soggetti più specialistici usufruisce della rete di laboratori di ricerca che lavorano nel settore e di piattaforme tecnologiche sviluppate nelle 3 università.

Politecnico : piattaforme sperimentali

Le piattaforme del Dipartimento di Elettronica nel campus di Torino e nella sede di Chivasso del PoliTo saranno messe a disposizione :

  • piattaforma concettuale, con mezzi per ideare circuiti e similuazioni di sistemi integrati micromeccanici (softwqre CAO, postazioni di lavoro, ecc...) ;
  • piattaforma tecnologica (Laboratorio di Microtecnica di Chivasso).
Grenoble INP : piattaforme Nanotech
  • piattaforma tecnologia per un avvio alla in aula bianca alla tecnologia dei circuiti integrati ;
  • piattaforma concettuale con tutta una rete di strumenti (software CAO, postazioni di lavoro, tester,...) come supporto per la formazione sulla concezione di circuiti che possono essere fabbricati e testati tramite il servizio CMP, ospitato anch'esso dall'INP Grenoble ;
  • piattaforma biotecnologica, messa a punto dall'ENSPG con il sostegno delle squadre del CEA-LETI, che permette agli studenti di fabbricare e testare bio-chip (microreattori, installazione di bersagli e detezione tramite la fluorescenza) ;
  • nuova piattaforma dedicata alle nanoscienze e nanotecnologie, collaborazione tra l'INP Grenoble e l'UJF. Tale piattaforma chiamata « Nanomonde », oggi è attrezzata con un microscopio a forza atomica (AFM), un microscopio a effetto tunnel (STM) e un profilometro ottico.
Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne

L'EPFL detiene infrastrutture informatiche e reti CAO notevoli, attrezzate e consacrate alla concezione di circuiti microelettronici. In particolare possiamo notare:

  • un parco di 40 stazioni UNIX ;
  • oltre 30 PC di alta gamma ;
  • il tutto è attrezzato con strumenti per l'ideazione di circuiti CADENCE, Mentor, VHDL-AMS, Verilog (AMS), SystemC, Tanner Research, Pspice.

A+Augmenter la taille du texteA-Réduire la taille du texteImprimer le documentTélécharger au format PDFEnvoyer cette page par mail Partagez cet article Facebook Twitter Linked In Google+ Viadeo

Rédigé par

mise à jour le 28 de julio de 2009

Contatti

Grenoble INP Institut d'ingénierie Univ. Grenoble Alpes